top of page

TI SENTI SOLA, PERCHE’, DA QUANDO IL TUO CARO SI E’ AMMALATO, GLI AMICI SEMBRANO ESSERE SPARITI? Ti spiego il motivo per cui succede questo…


<<Mi sento sola perché, da quando mio marito si è ammalato, gli amici si sono lentamente allontanati>>

.

Questo è ciò che condivise con me la Sig.ra S., una mia ex cliente del percorso riprenditilatuavita, attraverso cui guido le persone che si prendono cura degli altri ma non di sé a smettere di rimuginare e a liberarsi dai sensi di colpa per ritornare ad investire nella loro vita, amando se stesse, malgrado tutto

.

Durante il suo quarto incontro mi spiegò che i suoi più cari amici, che prima la invitano a cena o al teatro, lentamente la chiamavano di meno sino ad alcuni che erano letteralmente spariti, e lei aveva l’impressione che volevano solo evitarla

.

“La malattia fa paura, caro dottore, e avere in gruppo una persona triste non è bello”. Mi disse

.

Se anche tu stai vivendo la stessa difficoltà della Sig.ra S., condivido con te ciò che l’ha aiutata a superare questo problema

.

Lavorando insieme su come lei si comportava con gli amici e su quali fossero i suoi pensieri, mi raccontava che a lei davano tanto fastidio i loro consigli

.

 <<Io non ho bisogno dei loro consigli, non mi interessano. Ogni volta è come se perdessi il mio delicato equilibrio>>

.

Pertanto, questa era la scena: loro chiedevano come stesse, chiedevano del marito e le suggerivano delle cose e lei si scocciava, si irritava

.

Spiegato l’arcano…

.

Non era la malattia ad allontanare queste persone né tantomeno la sua tristezza, ma l’atteggiamento della Sig.ra S., di cui non era consapevole, che veniva interpretato probabilmente come la voglia di non ascoltare nessuno e di voler stare da sola

.

Se desideri la vicinanza degli altri, prova, invece, ad accogliere quello che hanno da dirti, anche quando senti del fastidio e non ti piace quello che ti stanno dicendo

.

Spesso gli amici danno consigli non perché pretendono che tu faccia quello che ti dicono, ma è solo il loro modo di aiutarti: probabilmente non conosco altri modi per farlo

.

Quei consigli non sono altro che forme di amore e sostegno…

.

Non si vogliono sostituire a te, non ti stanno dicendo che sei inadeguata ad affrontare la malattia del tuo caro: vogliono solo essere d’aiuto

.

Pertanto, se desideri avere la loro vicinanza ed evitare incomprensioni, ALLENATI ad ascoltare i loro consigli, accogliendoli come una forma d’aiuto, su cui poi potresti eventualmente riflettere, e non interpretandoli come un giudizio

.

Questo è ciò che ha fatto la sig.ra S. e che ha permesso di riavvicinarsi alle sue amiche

.

Questo semplice cambio di prospettiva, l’ha aiutata ad essere più comprensiva nei loro confronti, i quali si sono sentiti accolti e non rifiutati e in maniera automatica le cose sono cambiate…per il meglio!

.

E tu, come ti poni nei confronti dei tuoi amici, quando ti danno dei consigli su come affrontare la malattia del tuo caro?

.........

Ti ricordo che sono aperte le iscrizioni al mio percorso riprenditilatuavita

Se vuoi saperne di più scrivimi in privato oppure qui sotto nei commenti

Un caro saluto


0 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page