top of page

Ho sbattuto la testa contro il muro tante volte prima di capire che dovevo prendermi cura di me!


Ho sentito male?

.

Tantissimo!

.

Perché quando si insinuavano dentro di me la frustrazione, i sensi di colpa, la vergogna, la rabbia mi sentivo sempre in difetto, incapace, sbagliato

.

E più mi sentivo in quel modo e più pensavo esclusivamente ai miei pazienti, tralasciando sempre me stesso

.

Un disastro!

.

Quando ho detto basta a questa trappola e ho iniziato a prendermi cura me, a ritagliarmi degli spazi, a dire dei sani “no”, a chiedere aiuto e a delegare, le cose sono nettamente cambiate

.

In meglio ovviamente…

.

E non è stato facile, perché ogni volta che dicevo quei no, che chiedevo aiuto, che mi occupavo di me, sudavo. Non sto scherzando!

.

Facevo una fatica enorme

.

Il senso di colpa e il giudizio nei miei confronti erano così feroci, che mi snervavano

.

Ho deciso di svoltare, quando la mia salute è peggiorata tantissimo e le relazioni più intime stavano andando a farsi friggere

.

Avevo capito che quella strada non aiutava né me né soprattutto i miei pazienti e per me questo era una fonte di dolore immenso

.

Aiutare gli altri per me è un valore inestimabile

.

E’ la mia stella polare, a cui faccio riferimento da quando mi alzo al mattino

.

Se anche tu fai difficoltà a prenderti cura di te e per questo ti stai logorando e hai perso le redini della tua vita, sappi che non sei una persona sbagliata, menefreghista, egoista se lo fai

.

Non devi aspettare di avere una malattia grave o anni di logoramento prima di cambiare

.

Perché questo è ciò che fanno tutti i miei clienti del percorso "RIPRENDITILATUAVITA", attraverso cui aiuto i caregivers a smettere di rimuginare e a ritrovare quella loro forza per ritornare a vivere con serenità la loro vita, malgrado tutto

.

Prima arrivano allo sfinimento e poi si rendono conto di quanto era importante prendere provvedimenti quando era necessario

.

Li comprendo benissimo, giacché sono stato il primo a farlo

.

Ricorda solo che quel tuo alto senso di altruismo deve spingerti ad occuparti di te stess@, perché sai quanto il tuo benessere sia fondamentale per il tuo caro

.

Lascia perdere le persone che ti giudicano diversamente

.

Lascia perdere i tuoi stessi giudizi, frutto di stereotipi culturali e sociali, che vogliono farci sentire sempre sbagliati

.

Inizia a occuparti di te stess@ e vedrai di sicuro quanto questo regalo nei tuoi confronti si trasformerà nell’atto d’amore più grande verso il tuo caro

.

Con grande affetto ❤️❤️❤️

.

Pietro

.

P.S. ogni tanto abbraccia te stess@ e sentirai i benefici del tuo stesso amore

1 visualizzazione0 commenti
bottom of page