COME RITROVARE LA PROPRIA FORZA IMPARANDO A “CIRCOSCRIVERE NEL TEMPO” I PROPRI PENSIERI.


Quanti pensieri ci frullano nella testa e ci tolgono energia e forza. Uno di questi l’ha condiviso con me una moglie, che si prende cura del marito, malato oramai da diversi anni.

<<Quando ti prendi cura di un malato di demenza, la felicità non è contemplata. Devi occuparti solo di lui: le altre cose non possono avere spazio>>

All’apparenza è solo un pensiero, ma questa tipologia di pensieri, spesso molto frequenti nei caregivers che seguo durante il percorso “MIAMO&MIPRENDOCURADITE, sono i veri vampiri della loro forza e della loro energia e una delle cause di quel loro senso di pesantezza di cui fanno esperienza quotidianamente.

. . . . .

Cosa si può fare per risolvere questo problema?

Questi tipi di pensieri sono la conseguenza di un malessere, che la persona vive e che esprime attraverso le proprie parole; un malessere che, per quanto grade, non è per sempre, ma relativo al momento presente o comunque circoscritto nel tempo. Perciò, il primo passo per superare il problema è quello di circoscrivere i propri pensieri nel tempo (ora non mi sento felice!) e fare in modo di non alimentarli attraverso il linguaggio, sia con se stessi sia con gli altri (ad esempio, ripetendo frasi negative, a cui finiremo per credere!)

Ricordandoci sempre che dai nostri pensieri si formano le nostre emozioni, da cui scaturiscono i nostri comportamenti, le nostre abitudini e infine la nostra vita.

. . . . .

Questa strategia permette di fare esperienza immediatamente di quanto sia possibile iniziare ad riacquistare energia e forza modificando solo i propri pensieri, quella forza che sarà necessaria per poter andare oltre la malattia, allo scopo di ritornare a vivere una vita, che contempli anche la felicità e non per forza solitudine e infelicità.

0 visualizzazioni0 commenti